Un canto per Vik

Vittorio Arrigoni

 

di Elsa LUSSO

Per quanto voi vi crediate assolti, siete per sempre coinvolti…”.
Impossibile non condividere le considerazioni forti e sferzanti di Ivana Fabris: che possano scuotere le coscienze di tutti noi.
E come spesso mi accade, quando nel frastuono delle chiacchiere inutili arrivano parole vere, mi pongo sul solco tracciato. E proseguo il cammino.

Non sempre ci disinteressiamo di drammi che accompagnano il nostro percorso su questa terra per menefreghismo: semplicemente a volte ci si sente impotenti di fronte a tanto orrore e soffermarsi su certe tragedie fa troppo male. Così ci si ritrae, per difesa, sentendosi del tutto disarmati di fronte a tanto orrore. Ci si ritrae, come quando si viene investiti da un getto di acqua bollente: l’unico pensiero è ritrarsi, escludendo quel dolore bruciante.

Continua a leggere