Matteo, #staisbagliando

jaccuse

di Beppe BRAVI

Il vero problema di questa situazione assurda – parlo della Direzione PD e di quanto sta accadendo sul tema del Lavoro (e l’analisi di Andrea Nobile è chiarissima nella sua nuda e cruda verità) – è che la Politica, quella con la maiuscola, ha ricevuto il suo colpo di grazia.
Comunque vada a finire. E, per me, andrà sicuramente a finire con Renzi in disgrazia, dopo che avrà colmato la misura con l’ennesima sparata seguita da leggi, decreti e colpi di mano che porteranno il popolo a ribellarsi. O a non credere più a nessuna speranza. A non fidarsi mai più. E non so cosa sia peggio.

Comunque andrà a finire, una cosa è sicura. La gente farà di tutta un’erba un fascio e non crederà più a chiunque possa vedere nella Politica un impegno votato al bene comune.

Berlusconi prima, Renzi dopo e nel mezzo un numero indefinito di eccelsi protagonisti di arrivismo e malaffare, hanno contorto e distorto il significato di una delle più belle parole ereditate dal Greco.
πόλις = Polis, Città, arte del governo.

Renzi ha ucciso le ultime speranze di chi ha creduto in lui con la falsa promessa di avere un uomo “nuovo” che “parla chiaro”, che “agisce”, che “non è vecchio”, che “rottama”, che “va nelle scuole”, che “non si fa comandare dai poteri forti”…
Caro Matteo, di tutte le ignominie che stai perpretrando in nome di interessi più o meno palesi, la peggiore che ti riconosco è quella di aver ucciso la speranza di una Politica nuova, soprattutto nei giovani, nei 16enni che ti sono venuti a votare alle primarie e che adesso non solo non avranno un lavoro, ma semmai lo trovassero, sarà un lavoro a tutelecrescentisenzatutele

Si Matteo, tu sei quel simbolo di cattiva politica, di marketing e di comunicazione del vuoto, di annunciazione del “questo-si-vogliono-sentire-dire” che Berlusconi ha usato in modalità televisiva, mentre tu sei molto avanti, sei veramente oltre, tu utilizzi strumenti, mezzi, percorsi molto più moderni.

Sei veloce, sei un genio della Blitzkrieg del tenzone politico, tieni tutti i contendenti sulle spine, cambi continuamente obiettivo senza mai dar tempo a nessuno di sedimentare ogni tua affermazione e di poterla controllare o ribattere.
Costringi l’avversario a seguirti e non a condurre.

Sloganizzi ogni tuo istante mediatico. Mischi affermazioni che fanno reinfiammare il popolo di sinistra desideroso di un condottiero che finalmente possa rappresentarli e fatti e azioni da conservatore dell’ultradestra.
Sei una macchina da guerra. Trascini e obnubili la mente di chi ti sta vicino.

Fai attenzione però, Matteo, te lo dice uno che di te non ha moltissimo rispetto, ma che si reputa onesto; attenzione perchè stai agendo come uno schiacciasassi che passando sopra le persone dice di volerle difendere…stai schiacciando le loro anime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...