Mineo, la responsabilità e lo Sblocca Italia

ROMA - PRESENTAZIONE DELL ARRIVO DEL DIGITALE TERRESTRE NEL LAZIO

 

di Celeste INGRAO

Scrive oggi Mineo:

“Ieri ho votato la fiducia, perché i numeri al Senato sono risicati e non si può rischiare far cadere un governo senza avere almeno un’idea di come sostituirlo. Ma, con la fiducia, ho detto sì a un decreto, lo “sblocca Italia”, che non condivido nel merito e che è stato imposto al Senato, nella sua versione finale, senza alcuna possibilità di emendare né di discutere.”

Non si tratta più, quindi, di disciplina di partito ma di una sorta di responsabilità nazionale: il governo fa cose orrende ma non c’è alternativa e quindi mi tocca votarlo.

Questa idea della “responsabilità” ha radici antiche nella storia del PCI, ma evidentemente contagia anche chi, come Mineo, nel PCI non è mai stato. Io, sinceramente, penso che sia ora di liberarsene.
La responsabilità è di chi fa le scelte e non si può pensare di scaricarla su chi queste scelte non condivide. Se Matteo Renzi vuole giocare con il fuoco, mettendo sotto ricatto il Parlamento, è ora che i parlamentari tutti non si lascino più intimidire e votino secondo le proprie convinzioni.

Civati lo sta facendo – purtroppo in completa solitudine – e gliene va dato pienamente atto. Bisogna cominciare a farlo anche là dove fa più male, cioè al Senato. Se questo dovesse produrre una crisi al buio, la responsabilità sarà solo e tutta di Renzi, che impedisce ostinatamente a deputati e senatori di fare il proprio lavoro: discutere le leggi.

A conclusione del suo Caffè, Mineo scrive
“Credo che il tempo per Civati, per Cuperlo, per Bersani, per Barca e in piccolo per me, stia per scadere. Così non si può andare avanti. Renzi rompe con la CGIL, umilia il Parlamento, prende in giro quel che resta del Pd con buffetti e sms mentre impedisce il confronto, tratta con Berlusconi riforme autoritarie. “

Speriamo che questa consapevolezza sia confermata e condivisa e che quello di ieri sia l’ultimo brutto episodio a cui dobbiamo assistere. Ma intanto ci teniamo lo Sblocca Italia, che è uno dei peggiori provvedimenti varati da questo governo e che avrà pesanti effetti negativi per lungo tempo.

.

Annunci

8 Pensieri su &Idquo;Mineo, la responsabilità e lo Sblocca Italia

    • Caro Mineo,
      capisco e rispetto il disagio e la difficoltà. Capisco la rabbia per i comportamenti del M5S, che anziché fare una opposizione durissima ma civile (e ce ne sarebbe bisogno!) si abbandonano a pagliacciate anti-parlamentari.
      Continuo però a pensare che quella fiducia sia stata un errore.
      Ci sarà sempre un “male peggiore” da fronteggiare. Ma non si può fronteggiarlo cedendo oggettivamente ai ricatti, che anzi così diventano due: quello di Renzi e quello di Grillo.
      Oltretutto si rischia di disperdere un patrimonio di fiducia che voi “dissidenti” vi siete conquistati con la bellissima battaglia contro la cosiddetta “riforma” del Senato. E di dare oggettivamente spazio proprio alle posizioni qualunquiste, anti-parlamentari e antidemocratiche che tanto giustamente ti preoccupano.

      Mi piace

  1. Capisco il ragionamento di Mineo. Oggi un amico e compagno, senza tessera in tasca, ma decisamente di sinistra, molto di sinistra mi ha detto: non possiamo essere noi a far fallire il tentativo di Renzi, per quanto io sia lontano culturalmente da lui che è cresciuto all’ombra protettiva di Berlusconi ( parlava mostrandomi l’intevista, comparsa sul “fatto quotidiano” di ieri, allo zio materno ), penso che, se dovessimo essere noi a far cadere il Governo Renzi, l’italiano medio non direbbe che ha fallito Renzi ma solo che è stato il fallimento della sinistra.

    Mi piace

    • Il fallimento più grande della sinistra è quello di portare avanti politiche di destra. Forse l’italiano medio non se ne accorgerà subito, ma alla lunga ci verrà presentato il conto.
      Pensa all’esperienza del governo Monti: lo abbiamo sostenuto “lealmente” fino all’ultimo nonostante le sue politiche neoliberiste e antipopolari .. e abbiamo perso le elezioni

      Mi piace

  2. > “Capisco la rabbia per i comportamenti del M5S, che anziché
    > fare una opposizione durissima ma civile (e ce ne sarebbe
    > bisogno!) si abbandonano a pagliacciate anti-parlamentari.”

    E in Parlamento chi da’ lezioni di opposizione “durissima ma civile” a chi fa “pagliacciate anti-parlamentari” ?

    Quelli che non hanno fatto niente — anzi erano a ZONZO — in occasione dello Scudo Fiscale di Tremonti, ad esempio?

    E quando gli si e’ chiesto conto dell’assenza rispondono “nessuno mi aveva avvertito che era importate” (cit. D’Alema) e “Ero in Brasile a rifarmi le tette” (Concia) ecc. ecc. ?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...