Questione di Balene

balenabianca

 

 

 

 

 

 

 

 

di Nino CARELLA

 

Da mesi tiene banco il dibattito nella sinistra PD, emarginata, umiliata, schiacciata dal peso del quasi 70% raccolto dal segretario (sì, perché forse lo dimentichiamo, ma abbiamo votato “solo” un segretario, ed è in effetti l’unico ruolo che non esercita), peso che è di fatto addirittura aumentato per aver fatto presto precipitare grazie al suo campo gravitazionale anche satelliti che originariamente orbitavano intorno ad altri pianeti.

Dentro/fuori il PD è il dilemma, invero superficiale, che pervade ogni discussione politica a queste latitudini, e che sembra animare a giorni alterni anche le azioni dei leader di riferimento, altrimenti accusati di connivenza e complicità col renzismo.

Eppure in questo pantano politico che è l’Italia di inizio millennio, se c’è un soggetto umano che può farsi soggetto politico, è proprio Renzi.

Renzi che vede con sufficienza la vita di partito, soffre le sue liturgie, le sue discussioni interne come un’inutile perdita di tempo, potrebbe (dovrebbe) lasciare il partito a chi lo vive invece come luogo di discussione ed elaborazione, di sintesi di una posizione condivisa pur partendo da diverse e diversificate posizioni individuali.

Renzi potrebbe (dovrebbe) comportarsi come il parassita che succhiata la vitalità della cellula ospite e averne sfruttato appieno le potenzialità per crescere e moltiplicarsi, l’abbandona al suo destino.

Si aprirebbe uno scenario spettacolare: la nuova balena bianca facogitatrice del fu centro-destra e di tutto quello che a vario titolo gli gravita intorno, anche con i pezzi meno autentici di centro-sinistra.

Il Partito Democratico così svuotato si ritroverebbe a doversi ricostruire daccapo, guardando necessariamente a sinistra; in un deserto di rappresentanza potenzialmente vasto, è vero, ma con le pile scariche, intontito da un futuro incerto, senza uno straccio di percorso programmaticamente definito, con la leadership tutta da discutere e definire.

Nel breve termine la balena bianca sarebbe il nuovo dominus del Paese. Nella sostanza lo è già; si tratterebbe soltanto di adattarvi la forma. La sinistra, organizzandosi, ne sarebbe il naturale contrapposto, ma con un elettorato tutto da conquistare; e non è fatto facile nè scontato, come Celeste Ingrao su queste stesse pagine ha già intelligentemente rilevato.

Per onestà ammetto che ho la stessa probabilità di azzeccare previsioni sui futuri scenari politici, quante ne ha un palestrato e tatuato bonazzo di far atterrare una sonda su una cometa.

Ma siccome a volte succede anche questo, la butto là, e stiamo a vedere.

 

 

 

(immagine da web)

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Questione di Balene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...