Nè gufi, nè allocchi ma elefanti

elefanti-in-cammino

Elefanti in cammino

 

di Nello BALZANO

L’elefante ha una capacità mnemonica impressionante, ricorda per tutta la vita i torti subiti.
Quello che è successo al senato, con l’approvazione definitiva del Jobs Act, noi di sinistra ce lo ricorderemo per sempre, ci ha fatto male, ci sentiamo traditi, ci sentiamo derubati dell’unico strumento che abbiamo per dimostrare la nostra presenza, i nostri valori, le nostre idee: il voto.

L’art. 18 rappresentava l’unico strumento che permetteva ai lavoratori, di porsi sullo stesso piano con l’imprenditore nel rispetto della dignità, un Partito che indegnamente osa definirsi di sinistra, ne ha fatto uno scempio che nessuno di noi sino a qualche mese fa, poteva immaginare.
Come se nulla fosse è anche intervenuto sull’art. 13 della legge 300 del 1970, lo Statuto dei Lavoratori, quello riguardante il demansionamento, con la nuova legge approvata ieri in senato, un imprenditore può ridurre il livello che definisce la sua mansione, per motivi organizzativi, in poche parole: o accetti o te ne vai, è di poco conto il fatto che sia fatto a parità di stipendio, perché chi ha speso anni della sua vita per formarsi, per svolgere un compito che soddisfaceva la sua identità, la sua professionalità, domani può essere catapultato in una dimensione che può creare seri danni al suo essere lavoratore.

Ancor più grave è il fatto di aver elaborato il JOBS ACT, non per tutti uguale, ma con sostanziali differenze tra vecchi e futuri assunti, si è in modo scientifico voluto separare vecchie e nuove generazioni, ampliando ancor di più quell’effetto, che da anni occupa il comune pensiero: quello dei “lavoratori tutelati”, definiti dalla nuova “sinistra” privilegiati contro coloro che con queste norme vedranno acuire la loro precarizzazione, nascondendo però di fatto che anche i primi possono di fatto essere assimilati ai secondi, semplicemente cedendo al ricatto del licenziamento e riassunzione, in cambio del rischio di perdere il posto di lavoro.

Ma chi è realmente di sinistra non ha mai guardato ai suoi interessi, ha sempre lavorato per assicurare a sé in quel momento, ma soprattutto per chi veniva dopo, diritti fondamentali, perché chiunque potesse godere dei frutti della sua lotta.
Insomma la peggior cosa che si poteva immaginare da un Partito di centro-sinistra, si è realizzata.
Ma noi siamo come gli elefanti, non mancherà l’occasione di ricordarci dei torti subiti e lo dimostreremo, senza violenza, ma con le uniche armi che abbiamo a disposizione, quelle della Democrazia e della Costituzione.

 

(foto dal web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...