Scioperare di venerdì

sciopero 2

 

di Beppe BRAVI

Sembra fondamentale scegliere il “giorno giusto” per scioperare, ma poi, giusto per chi? Perché?

Discorsi tipo con un amico (Tizio UNO) che sproloquia sullo sciopero, e che qualche giorno fa, dopo che è stata ufficializzata la data del 12 dicembre, ha creato questo post su Facebook:

“SCIOPERO GENERALE IL 12 DICEMBRE…scommetto che è un venerdì.”

Quello che ne consegue è il colloquio che ne è scaturito dando un quadro abbastanza chiaro del tenore di proposizione che ci si trova a dover controbattere.

La chicca finale (l’ultimo commento) è la conferma che non si guardi ai contenuti, o ai diritti che si vogliono difendere con lo sciopero, ma solo alla casacca indossata da chi è sul palco.

 


Beppe BRAVI
: che battutona

Tizio UNO: no Beppe non è una battuta!

Beppe BRAVI: e cosa cambierebbe il fatto che sia venerdi..

Tizio DUE: Scioperi generali si fanno o il venerdì o il lunedì come sempre…

Tizio UNO: Farlo di giovedì ad esempio sarebbe più credibile. Come al solito per molti troppi statali sopratutto sarebbe un modo come un altro per bigiare. Io mi sono rotto il cazzo di queste plateali prese per il culo che non servono a nulla e c’è chi crede ancora che valga qualcosa. Ma in Italia si sa siamo abituati a farci prendere per il culo da TUTTI!

Beppe BRAVI: ah beh motivazioni profonde, ok ho capito

Tizio UNO: Dammi le tue di motivazioni perché sempre e solo di venerdì allora, visto che sei così motivato

Beppe BRAVI: perchè sarebbe stato più credibile, cosa ti cambia?
Lo sciopero lo devi fare quando vuole chi? Quando vuole il datore di lavoro contro cui stai scioperando?
Lo sciopero, chi lo fa, lo paga di tasca sua e quindi? Qual è il problema di farlo di venerdì o giovedì?
Se lo facevi di martedì ti sarebbe parso più credibile? E perché?
Cosa ci trovi di male che persone che si pagano la giornata di sciopero e magari percorrano centinaia di chilometri per manifestare lo facciano di venerdì?

Tizio UNO: Allora alla prossima assemblea generale della Cgl verrà eletto il VENERDÌ come giorno unico e ufficiale per scioperare. Poi però qualcuno con contratto a tempo indeterminato e/o dipendente pubblico non si azzardi a eleggere il lunedì come giorno unico e solo per farsi venire il mal di pancia.

Beppe BRAVI: Sempre più argomentate le tue parole. Ok allora è inutile discutere, sei convinto della tua idea e bon…
Un lavoratore perde il giorno di paga a prescindere che si tratti di lunedì, mercoledì o del venerdì prima dell’Immacolata.
Tanto più che c’è gente che lavora anche il sabato, la domenica e pure il lunedì dell’Immacolata (infermieri, vigili del fuoco, ad esempio), ah no sono statali fancazzisti anche loro hai ragione.

Tizio UNO: Dimentichi i fancazzisti dipendenti a tempo indeterminato di aziende private come la mia e la tua. Mai detto che TUTTI i dipendenti pubblici sono fancazzisti. Tanto poi ci sono i sindacati che si prendono cura dei lavoratori, giusto?

Beppe BRAVI: Si, ma non di venerdì che altrimenti sembra che facciano apposta, mi raccomando!
Di martedì uno sciopero PAGATO DAGLI SCIOPERANTI è moooolto più efficace e soprattutto non dà fastidio e così i fancazzisti che potrebbero attaccare il lunedì e fare ponte con un giorno in più sono a posto. Dai Tizio 1, di cosa stai parlando?

Tizio TRE: condivido quello che sostiene Tizio UNO.
Fatelo a metà settimana, esempio il mercoledì, risultato uguale al 50% e poi si fa sciopero a sorpresa non dichiarando il giorno.
Ma purtroppo i sindacati non esistono più, qualcosa in cambio come sempre.

Beppe BRAVI: Per legge non puoi farlo a sorpresa, sarebbe utile capire bene di cosa stiamo parlando…e ancora: il diritto di sciopero è garantito da quella cosa ‘antiquata e inutile’ che si chiama Costituzione. E cosa vuol dire risultato uguale al 50%?

Tizio TRE: vuol dire che i compagni patacca non aderiscono, mi sono spiegato?
Lo sciopero è diventato dichiarabile per comodità di qualcuno, classico scambio e poi i signori sul palco fanno sciopero o prendono una diaria per il disturbo ?

Tizio TRE: chi paga è sempre l’operaio, quello vero. Tutto il resto è noia

Beppe BRAVI: e allora? L’operaio, lo statale, l’impiegato…
Chi va a scioperare paga di tasca sua. Perché quindi non concederglielo di venerdì, davvero se lo si facesse di mercoledì vi sembrerebbe molto più credibile?
Oppure è comunque una rottura di palle per il traffico, per la metro ferma come se fosse un altro giorno della settimana?

Tizio TRE: non difendiamo sempre i poveri compagni, quelli sono l’ambiguità assoluta. Comunque è un dato di fatto che fa comodo prolungare il fine settimana.

Beppe BRAVI: Quali compagni? Io non ho parlato di compagni, ho solo ripreso il termine operaio che ho visto scritto prima.

Tizio TRE: scusate non ho fatto caso che il 13 è Santa Lucia

Tizio TRE: questo è un argomento, lo sciopero programmato, che ho sempre combattuto in 37 anni di lavoro: non l’ho mai digerito e non cambierò idea

Tizio TRE: è una buffonata legalizzata

Beppe BRAVI: Ok e quindi? Se la legge é questa cosa si deve fare?
Rinunciare allo sciopero perché può funzionare solo se a sorpresa?

Tizio TRE: se lo fai a sorpresa metti in difficoltà tanti, così molto meno e il danno è per pochi

Beppe BRAVI: Ribadisco…e quindi?

Beppe BRAVI: Continuo a leggere le convinzioni personali, ma nulla di più. Se lo fai a sorpresa sei fuori legge.

Tizio TRE: prova a fermare la metro di colpo un mattino e vedi che caos, quindi qualcuno deve sedersi ad un tavolo e ragionare. O no?

Beppe BRAVI: Boh forse non riesco a spiegarmi…
Ribadisco: NON E’ LEGALE.

Tizio TRE: è fuori legge perché qualcuno ha accettato che lo diventasse, i tempi sono cambiati

Beppe BRAVI: si ma viviamo in questi tempi

Tizio TRE: scusa ciao buonanotte

Beppe BRAVI: vabbè…buonanotte.

Tizio UNO: Beppe lo sciopero ci potrebbe anche stare di venerdì, sabato domenica, martedì ma quello che mi chiedo io (al di la che io mi ricorda gli scioperi si sono sempre fatti di venerdì, giustificate da te con le ragioni che indicavi sopra), sei sicuro che a queste condizioni potrebbe cambiare qualcosa? In meglio o in peggio? O come la penso io è solo ed esclusivamente una farsa pro poltrone per falsi sindacalisti?

Beppe BRAVI: Ma tu Tizio 1 al di la del giorno in cui si fa e al di la della tua idea sui sindacalisti (sui quali abbiamo in comune molto più di quanto credi) hai capito le motivazioni dello sciopero?

Beppe BRAVI: Tu hai capito perché 1 milione di persone ha tirato su il culo ed è andata a Roma il 25 ottobre?

Beppe BRAVI: Parecchi (e ne conosco solo io almeno 80) pagando di tasca propria anche il viaggio?

Beppe BRAVI: Perché se non si cerca di capire il motivo, è inutile discutere del resto: il giorno, chi sta sul palco, chi si gratta la pancia…

Tizio UNO: Beppe ti voglio bene. Tutte quelle persone che hanno tirato su il culo lo hanno fatto per un diritto sacrosanto ed inalienabile. Ma non sono convinto che chi ha proclamato quella manifestazione e quello sciopero lo abbia fatto per l’interesse di quelle persone.
Io purtroppo di certe facce non ho assolutamente una buona considerazione.
Il fatto è che sono in caduta libera e si stanno arrampicando sui vetri.
Ma siccome c’è qualcuno a cui fa comodo tenere un sistema sindacale di questo tipo (tante ad es multinazionali) allora li tengono lì a farci prendere per il culo. E’ questo che mi fa incazzare.

Beppe BRAVI: Il problema vero è che questo straccio di sindacato, schifoso e politicizzato finché vuoi, è l’unica arma che ci è rimasta.
Stare a criticarlo e non fare nulla non farebbe altro che darla vinta a chi è mille volte peggio.
E adesso, visto che domani è giornata lavorativa e la sveglia suona alle 6, ti saluto come ha fatto il tuo amico piantandoti in asso…ahahha

Tizio UNO: io sto ancora lavorando e non è una bugia, anche se mi permetto di discutere in questa conversazione. Buona notte.

Tizio QUATTRO: Tizio UNO tu scioperi ?

Tizio UNO: No. Che differenza fa?

Tizio QUATTRO: no cosi chiedevo, curiosità per sapere se qualcuno sciopera in azienda

Tizio UNO: Io non sciopero perché non mi sento rappresentato da nessuna di quelle fazioni che hanno indetto lo sciopero, molto onestamente.

 

 

(immagine dal web)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...