Se Mattarella fa il Presidente

Sergio-Mattarella-insediamento-in-Parlamento-668x445

 

di Giuseppe CARELLA

Oggi è il gran giorno dell’insediamento di Sergio Mattarella.
In questi tre giorni si sono scatenati commenti di ogni tipo e in ogni dove sul significato della sua elezione: c’è chi vede in essa la grande maestria del premier Renzi per aver messo in ginocchio tutti, da Forza Italia a NCD alla minoranza interna PD fino all’aver dimostrato la irrilevanza del M5S e c’è chi immagina che il tutto era ben orchestrato da tempo e che l’elezione del PDR facesse parte del patto del Nazareno, al di là del nome dell’eletto. Acqua passata.

Un fatto è certo e va riconosciuto: Sergio Mattarella, democristiano mai pentito, è preferibile a parere mio a qualche ex comunista che ha rinnegato il proprio passato o che addirittura afferma di non esser mai stato comunista. E’ una persona che per quel che se ne sa, non dovrebbe avere scheletri negli armadi e che ha prontamente risposto ad un subdolo articolo del Fatto Quotidiano nel quale si è cercato di gettare ombre sulla sua persona. E che abbia risposto, prontamente, è un buon segno. Continua a leggere