Il Merlo Maschio

merlo

 

Rubrica “TUTTO QUANTO FA SPETTACOLO”


Recentemente da Piazza della Signoria c’è stata una migrazione verso sud: è arrivato un merlo, un esemplare di una specie quasi estinta ovvero il Merlo Maschio, uno di quelli con le piume nere luccicanti di lustrini e sfavillanti di paillettes.
Uno di quelli sempre presi a lisciarsi le penne e a gonfiare il petto, tutto compreso nel suo ruolo di sultano dell’harem popolato da vari esemplari di merle.
E sono proprio loro la parte più gustosa dell’avanspettacolo che ogni giorno va in scena dal ramo “chigiano” più alto. Loro mentre lo guardano col loro occhietto lucido, adorante e trasognato, mentre lo immaginano sempre duramente impegnato in ardui combattimenti per la conquista del nido.
In effetti più che un Merlo fa pensare ad un Cuculo, ma vabbè, le crisi di identità al giorno d’oggi sono la carta vincente per guadagnarsi il ramo (sempre) più alto, quello che guarda verso il Colle.
Ma lui è davvero un gran maschione perchè oltretutto nessuna fiata finchè il becco del Merlo non abbia cantato.
Il dramma è che è pure stonato forte: trascina i suoni al punto che quello che esce dal suo becco si trasforma in un’accozzaglia di note biascicate e roche, di grida violente e dittatoriali ma che agli orecchi delle sue merle arrivano come una musica celestiale.
D’altronde, le povere merle, mica hanno tempo per accorgersene: sono presissime dai loro 2chiliditroppo che per il volo alto sono francamente irricevibili.
Si sa che un culo grosso ammoscerebbe l’ardore da combattente del Merlo Maschio e c’è pure il rischio che quell’inaccettabile inestetismo faccia crollare tutto il nido.
Per non parlare di quanto quei criminali coiffeur gufirosiconi fanno arruffare loro penne e lì il dispendio di tempo per lisciarsele, oltre che costoso, è infinito.
Tempo sottratto alle interminabili sedute dall’estetista, vitale per farsi più belle solo per il piacere del loro Merlo Maschio.
Capiamole, hanno sempre e da sempre il loro bel da fare nell’apparire, quindi perchè sprecare tempo a pensare?
Insomma, a tutte loro serve Matteo, il solo vero Merlo del Colosseo.

Firmato

NUCLEI DI SATIRA PROLETARIA “Lino Toffolo e Lando Buzzanca”

 

(immagine dal web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...