Migranti. Le strade insicure e sbagliate del governo

saluto_migranti

 

di Luca SOLDI

Se da un lato le ipocrisie tuonano contro l’Europa di Frontex e Triton, per far ripristinare la versione italiana di soccorso in mare, dall’altro il Governo pensa a gestire la sicurezza antiterrorismo con i fondi che lui stesso aveva destinato a Mare Nostrum ed a sostegno all’accoglienza.

Dunque, proprio in queste ore, per togliere la sete a chi si fa profeta di sventure per il pericolo dell’Isis, arrivano prontamente norme che vanno nella direzione opposta a quello che allo stesso tempo potrebbe essere una corretta politica umanitaria di controllo, soccorso e verifica degli arrivi di migranti.

Disattendendo ogni proclama, la politica toglie fondi dal Fondo Nazionale per le Politiche e i servizi dell’asilo e con un colpo di penna li trasferisce all’Operazione Strade Sicure.

E cosa fa’?
Semplicemente decurta di 14.830.629 euro al già debole fondo sociale in favore di quel contrasto, di tipo militare, all’Isis ed al terrorismo internazionale. Alimentando così anche il teorema e l’equazione migranti-terroristi.

Nel dettaglio la norma incrementa da 3.000 a 4.800 il numero di militari e appartenenti alle forze dell’ordine impegnati nell’operazione “Strade Sicure“, volta al controllo del territorio, alla vigilanza a siti e obiettivi sensibili ed alla prevenzione dei fenomeni di criminalità organizzata e ambientale anche in relazione alle straordinarie esigenze di sicurezza connesse alla realizzazione dell’Expo 2015.

L’operazione costa 29.661.258 euro, finanziati anche con quei 14.830.629 euro “mediante corrispondente riduzione della dotazione del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo”.

Contro questi fatti gravissimi qualcuno tuona nelle stanze della politica gridando al fatto gravissimo, ai tagli impressionati già compiuti nel recente passato, ad una mannaia vera, altro che quelle dell’Isis, contro la prospettiva di creare integrazione, accoglienza e convivenza.

Ma sono voci sparute, disattese mentre trionfano, ancora una volta, le ipocrisie e le azioni contrarie al buon senso. E si continua così, fomentando confusione, disordine e disumanità.

(Immagine dal web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...