Salvare “il Salvagente”

salvagente

dalla Redazione di ESSERE SINISTRA

Anche i nostri amici del Salvagente, dopo l’annuncio in cui l’editore Matteo Fago annunciava che avrebbe rilevato il loro giornale, stanno subendo una beffa. Esattamente come per la testata Left, ora di sua proprietà, anche per Il Salvagente, nessuna tutela e salvaguardia è riservata ai lavoratori.

E quando non si pensa ai lavoratori, a chi SCRIVE e a chi PUBBLICA il giornale, non si può parlare di una stampa che si collochi autenticamente a Sinistra.

Non è un caso che lo stesso Alexis Tsipras, in occasione della copertina di Left a lui dedicata, si sia schierato con i LAVORATORI di Left preoccupandosi del loro futuro, non certo con la proprietà. Syriza lo ha detto chiaro per bocca del proprio portavoce in Italia Angris  Panagopoulos:

Negli ultimi anni nelle redazioni e nelle imprese dei media abbiamo visto rinascere il medioevo in tutto quello che riguarda la dignità e i diritti dei lavoratori, giornalisti, collaboratori, poligrafici, personale amministrativo”.


“Noi, abbiamo visto i nostri compagni di lavoro essere licenziati tramite mail o ancora peggio una radiotelevisione pubblica essere cancellata di colpo e migliaia di persone di rimanere per strada”, ed ecco perché Panagopoulos ha annunciato a Gennaio di “voler sottoscrivere con rabbia l’appello dei giornalisti”, riservando parole molto aspre nei confronti di Matteo Fago: “Scrivere sulla testata la parola Sinistra non significa necessariamente essere di sinistra, che è una cosa che deve essere dimostrata giorno per giorno. Prima di tutto dal suo editore che non può comportarsi da padrone”.

Parole che condividiamo totalmente, così come il comunicato dei lavoratori del Comitato di Redazione de Il Salvagente.

Diffidate dalle imitazioni. Il Salvagente, lo storico settimanale dei consumatori, e il quotidiano on line ilsalvagente.it, che hanno smesso le pubblicazioni il 31 dicembre 2014, sono stati messi in vendita in questi giorni. I giornalisti, che per anni hanno lavorato nelle redazioni delle due testate, ci tengono a precisare che nessuna nuova riedizione del giornale di carta è stata avviata in queste settimane. La notizia diffusa dall’editore Fago e da Riccardo Quintili, ex direttore della gloriosa testata, sull’imminente ritorno in edicola del Salvagente è falsa e rischia di compromettere la buona riuscita dell’asta pubblica.
L’editore Fago, che si è mostrato interessato alle testate senza poi dare concretezza agli annunci, ha approfittato dello stato di crisi del giornale per reclutare un paio di ex lavoratori del Salvagente e inventare un mensile ex novo sui temi consumeristi. Tutto ciò non ha nulla a che fare con il prestigioso settimanale. L’editore sembra piuttosto intenzionato a sfruttare la fama del Salvagente, costruita in anni di duro lavoro dai giornalisti attualmente posti in cassa integrazione, dopo tre anni di sacrifici, con stipendi ridotti o non versati, allo scopo di salvare il giornale dalla chiusura.
La vicenda ha del grottesco. Proprio il giornale che da sempre si è battuto per svelare i messaggi pubblicitari ingannevoli e le strategie di marketing aggressivo è ora oggetto di una spregiudicata iniziativa promozionale che ne vorrebbe sfruttare impropriamente prestigio e credibilità.
I giornalisti del Salvagente annunciano che prenderanno in considerazione tutte le misure legali a disposizione per salvaguardare la testata, la cui sorte è ancora in divenire.

 

(immagine dal web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...