L’occidentale senza significato alla riscoperta di un senso

uomoccidentale

di Cosima DI TOMMASO

Ma dove sta andando a parare l’”essere umano” dell’Occidente con le sue istituzioni?
Dove crede di andare, ammantato dietro al drappo della retorica, della parola svuotata di significato?

Mi pare evidente che si sia creata una singolare cesura tra significante e significato che va aldilà della Linguistica.
L’uomo, è dotato di ragione e si muove per dare basi economiche alla vita fisica.
Ma questo, lo sanno fare anche gli animali.
L’uomo è molto di più della sola realtà fisica, vi è in lui una sostanza immensa che è in primis, quella del suo senso storico – lo spirito umano – e, prima porterà a coscienza tale concetto, meglio sarà.

A ben vedere, la sostanza psichica – Psyché (ψυχή) – sottesa è l’essenza, la sola, in grado di gettare le basi della sua crescita civile e culturale.
Ciò a cui stanno inesorabilmente portando le meschine politiche dell’unione europea è la degenerazione dello spirito umano!
Dignità, solidarietà sono valori umani, antichi ma imprescindibili.
Possiamo e dobbiamo ora: pensare, sentire, agire in nome di tale sostanza!
La ‘’crisi’’ che imperversa sull’Europa, non può e non deve essere il movente atto a permetterne l’abbrutimento, in nome di una logica opportunistica, basata sul profitto.

L’emergenza ontologica generata dalla ‘’crisi’’ invece, apre il varco ad una nuova opportunità di crescita umana, politica e culturale, che sorge – lo tocchiamo con mano – su una una ferita aperta.
Per esperienza personale so e sperimento, che il luogo della ‘’ferita’’ è il luogo privilegiato dove avviene qualcosa di prodigioso che indica il futuro e lo rende fecondo.
La ferita genera insospettabili talenti e nuove idee che rendono significativa la vita.

‘’Crisi’’ dal greco ‘’κρíσις’’ significa scelta, decisione.
Ebbene il momento della decisione, del coraggio combattivo è giunto ed è questo.
Kairos (καιρός) significa momento opportuno, non sterile ripiegamento alla resa.
Syriza ci porta incontro nuova speranza e forze corroboranti atte a dare impulso all’avvento di una nuova sinistra più umana, volta al rispetto per la persona.
Ancora una volta la Grecia – a dispetto dei suoi detrattori – indica la via.
Come può la logica dell’utilitarismo incenerire il passato? Tutta la civiltà occidentale sarà debitrice per sempre, alla cultura greca. E’ sulla cultura greca che s’innerva poi, quella latina.
La ferita della Grecia offre un esempio ammirevole del rafforzamento protettivo di ciò che veramente conta: la dignità dell’uomo.

L’avvento di Renzi in Italia sta via via facendoci scivolare invece, verso la desertificazione dello spirito.
Sta progressivamente sottraendo speranza, forze vitali proprio al fulcro propulsore del Paese: la scuola.
La scuola, la buona scuola autentica, non è che agli antipodi del progetto renziano.
Richiede un investimento reale ma più di tutto, merita considerazione, rispetto!
Gli insegnanti infatti, non sono dei burocrati e la scuola – per fortuna – non produce merce da piazzare sul mercato ma conoscenza!
La loro professionalità non si può valutare con dei test o per la capacità di obbedire supinamente a ordini impartiti dall’alto.
E’ del tutto indifferente nella realtà, che Renzi creda veramente in quel che va blaterando, ovvero vuota retorica – l’unica cosa che conta è se le parole rispondono ai fatti.
Le sue, rispondono solo ai comandi dei suoi padroni.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;L’occidentale senza significato alla riscoperta di un senso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...