Io sono della CGIL

manifestazioneresistenza

di Claudia BALDINI

Io sono iscritta alla CGIL da una vita e trovo veramente assurdo e pericoloso il tentativo di relegare il sindacato al ruolo di “porta a casa un contratto”.
E’ quello che fanno già gli altri. E non è che si preoccupino dei diritti, della dignità e quindi alla fine nemmeno del diritto di battersi nei luoghi di lavoro perché tutti siano trattati a pari diritti.

La prova è che la storia sindacale ha sempre visto atti discriminatori verso la CGIL e non verso gli altri. Susanna Camusso dovrebbe studiarsi attentamente non i proclami della CISL per mirare all’Unità sindacale a basso livello, anzi ignobile. Dovrebbe ripercorrere da Di Vittorio a Cofferati (e dopo di lui, stop) la storia dell’emancipazione dei lavoratori fino allo Statuto oggi demolito. Ecco, si accorgerebbe che prima di arrivare alle lotte del 1969 col pansindacalismo, la CGIL ha lottato da sola, appoggiata dal PCI. E che, una volta cambiati i segretari di quel pansindacalismo, le pecorelle sono tornate all’ovile dei partiti e partitini di Centro. Quindi la smettano con la storia che il sindacato non deve fare politica. Il Sindacato è l’altra faccia della medaglia della lotta politica. Quello che aggrega il più possibile unitariamente individuando obbiettivi di miglioramento delle condizioni di lavoro: per i LAVORATORI!

E oggi, che addirittura un partito eletto dalla sinistra si è trasformato in partito di centro(destra), è del tutto evidente anche ai ciechi, e che una grande parte di lavoratori, oltre che di cittadini tutti, non ha più una voce significativa in Parlamento, pur avendola votata.

Se trovate corretta questa analisi, non potete non almeno apprezzare l’iniziativa di Landini per ripartire dal lavoro , aggregare e dare voce a tanta gente rimasta orfana. Se questo Camusso non lo vuole capire, così come Epifani, a me personalmente spiace tanto, la tessera la tengo cara, spero che il prossimo segretario sia diverso e sostengo la Coalizione in nascita.

Faccio politica? Eh certo, la faccio ogni giorno che mi scontro con le ingiustizie della società. Perché non dovrei essere la stessa persona all’interno del sindacato? Ci sono periodi in cui stare fermi perché la CISL, da quasi sempre, sta con il potere, con i Sacconi ed esprime segretari come Bonanni o Furlan , mi spiace ma di quale unità devo parlare? Quella con Scelta Civica o Area Popolare? Non scherziamo. Io sono della CGIL.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...