Omertà

puntina

Rubrica “IN BREVE”


 

omerta

di Davide ENIA

[da una sua nota pubblicata su Facebook]

Una delle parole chiave per comprendere il contemporaneo è «omertà». È una variante napoletana di «umiltà», e del termine prende l’aspetto più fisico, quello della sottomissione per paura, fino a diventare uno stato mentale vero e proprio. L’omertà si alimenta con la doppia morale e trova il proprio regno quando trionfa la Legge del silenzio. Non dire, non parlare, ignorare come se non fosse mai esistito. In fondo, l’unico vero terreno di battaglia è quello della dignità, ed è vero che perderla è un attimo, ma chi se ne fotte se questo garantisce il Potere. L’omertà è l’ennesimo instrumentum regni, nulla di più, nulla di meno. «Non conosco la parola gay, io li chiamo culattoni. Gay è in inglese, io non conosco l’inglese. Qui in Veneto li chiamiamo culattoni. A me i gay non piacciono, se me li trovo vicino mi stacco di qualche metro. Sono diversi. Purtroppo esistono, sono malati, sbullonati». Questa frase l’ha detta un candidato alle elezioni in Veneto. Che lista? Quella del PD.

«Si può ancora dire in un paese libero e democratico che questi mi fanno schifo?». “Questi” è il modo elegante per indicare gli omosessuali. La frase l’ha scritta un candidato alle elezioni in Campania. Che lista? Quella del PD.
A legare il tutto, l’omertà.
È in questo atteggiamento omertoso da parte di dirigenza, iscritti, sostenitori il segno che la battaglia è stata perduta, già da tempo. Il tema dei diritti è enorme ed è uno dei punti su cui calibrare il livello di civiltà. L’Italia è anni luce indietro rispetto al cosiddetto primo (ma anche secondo) mondo. Governare, evidentemente, val bene il calpestare la dignità. Oggi è toccato agli omosessuali, domani chissà. Però non parliamone più, amunì, ‘un succirìu nìante. Niente ci fu. Abbiamo vinto, no? Pigghiàmone un café.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Omertà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...