Che cosa è una casa

courage

di Elisa VALDAMBRINI

[candidata per SI’ Toscana a Sinistra con Tommaso Fattori governatore]

Che cosa è casa? Casa è dove dimorano i nostri valori, dove ci sentiamo a nostro agio e protetti, dove ci riconosciamo in ciò che ci circonda e dove costruiamo presente e futuro. Le radici e i ricordi li portiamo dentro di noi ovunque andiamo, ma non possiamo rimanere in un luogo inospitale e scomodo in nome di un passato che non c’è più.

Penso a quei migranti che per sfuggire a guerra, fame e violenza si imbarcano sperando in un “altrove” più accogliente. Quello è il coraggio necessario per operare rivoluzioni benefiche e produttive nelle nostre vite e nel mondo che ci circonda. Noi italiani siamo troppo spesso ignavi, codardi, timorosi di assumerci rischi, di percorrere strade nuove e non battute, comodi sui nostri divani, attaccati alle nostre abitudini talvolta cancerogene. Sotterrando le nostre doti in una fossa profonda, per paura di perderle, anzichè metterle a frutto.

Ed allora rispondo a coloro che ancora restano nel PD, nostalgici dei bei tempi che furono e che mi dicono che non bisogna fuggire ma rimanere e lottare per cambiare le cose da dentro.

Vi sentite a casa? Vi sentite rappresentati e rispettati da questo PD, che candida in Campania il condannato De Luca? Incarna i vostri valori di sinistra ugualitaria che sta dalla parte dei lavoratori e dei più deboli, mentre smantella la Sanità pubblica, la Scuola pubblica, aumenta le tasse, fa elemosina ai pensionati (disconoscendone i diritti), ignora disoccupati e precari?
Dà voce e rispetta il vostro pensiero critico ma minoritario (così come fa Renzi quando sostituisce da una commissione dieci parlamentari a lui non graditi)? E soprattutto: come minoranza siete mai stati in grado di imporvi ed incidere sulle scelte del Partito unico della Nazione?

Siete voi che rifuggite alle vostre responsabilità, che rinunciate alla lotta con la scusa del “voto utile” che rimanete in silenzio in attesa di un guru che vi salvi. Le maggioranze si costruiscono col tempo e con fiducia nella causa, ma all’inizio sono solo un pugno di coraggiosi idealisti. Non basta lamentarsi e dissentire per cambiare le cose: bisogna rimboccarsi le maniche e correre dei rischi.

E ricordiamoci che “Nessuno ha mai commesso un errore più grande di colui che non ha fatto niente perché poteva fare troppo poco”.
Sono ingenua ed idealista? Forse. Ma almeno io potrò dire a mio figlio di aver fatto tutto il possibile per migliorare il mondo che gli lascerò, invece di stare a bofonchiare “piove, governo ladro”.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Che cosa è una casa

  1. Ottime parole che rispecchiano anche il mio sentire. Non sono più giovane, ho figli adulti, il mio dovere di educatrice è finito, ma nel mio piccolo cerco di lottare ancora anche se vengo tacciata da illusa perché credo che nel paese persone di sinistra, sconcertate e confuse ci siano ancora….

    Mi piace

  2. Non ci si può fare scudo con la parola “sinistra” per fare i propri comodi, non si può dire , io sono di sinistra e poi fare cose di destra, non si può stare in un contenitore dove le ragioni di sinistra sono bandite da azioni che escludono quei valori che sono e che erano nel DNA di quel partito storico che si chiamava PCI . L’ipocrisia non paga più, bisogna scegliere da che parte stare …….. Ciao da Gianni.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...