Generazione di schiavi

servo e padrone

di Immacolata LEONE

Il nostro è proprio un sistema marcio alla base, mancano le fondamenta del rispetto delle leggi e delle persone.
Tempo fa mi sono trovata, per conto terzi, ad una di quelle visite con la Commissione di accertamento delle invalidità, là dove simpatici doctors, competenti e non, facevano le verifiche, appunto, delle invalidità.

Hanno attirato la mia attenzione alcuni soggetti. C’era un giovane, chiaramente e inequivocabilmente, non vedente; tre o quattro anziani in carrozzina con patologie a mio avviso irreversibili, un giovane chiaramente con disturbi mentali e una ragazza apparentemente normale. A tutti erano state sospese le mensilità di invalidità previo accertamento delle stesse e successiva visita annuale di controllo.

E va bene: rivisita annuale, mi pare giusto. Come se il giovane non vedente potesse ricevere nel frattempo il miracolo divino del ritorno alla vista, come se a quei vecchietti sulla sedia a rotelle, con problemi irreversibili ,all’improvviso tornasse la linfa vitale nelle gambe. E il giovane con disturbi mentali, boh.

La ragazza al mio fianco comincia a parlarmi, che ne so ho sempre fatto l’effetto della mamma amica, mi racconta che le hanno tolto un seno per un carcinoma maligno, mi si blocca il respiro , e che per poter usufruire della prestazione riabilitativa del braccio, ogni tot mesi si deve presentare a visita. Ora, ha imparato, si mette una camicetta così riesce a scoprire giusto il necessario. Ma cosa deve far vedere? Che le è ricresciuto?
La osservo, cavoli, avrà si e no 20 anni, io ne ho il doppio, è dolce e speranzosa mi sorride e le sorrido, mi dice che vuole diventare bella e fine come me. Merda.
Mi si girano le budella.

Praticamente il debito pubblico lo si vuole risanare sui disperati, sui poveri, sui reietti.
Ma dico io una sana patrimoniale no? L’abolizione dei vitalizi?
E queste Commissioni, là dove sono superflue, non hanno un costo?

La verità è che alla nostra classe dirigente non interessa né la verità, né la libertà, né la giustizia, sono cose scomode e i nostri politici, in gran parte, si trovano comodi nella bugia, nella schiavitù e nell’ingiustizia.
Si sta trasformando il mondo in un campo di concentramento: nè pulito e nè sicuro.
Si sta crescendo una generazione di schiavi.
Si sta insegnando ai nostri figli l’impotenza.

 

(immagine dal web)

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Generazione di schiavi

  1. Questa storia mi tocca in prima persona, io potrei benissimo essere quella la ragazza apparentemente sana. Conosco bene quell’iter infernale da una parte all’altra, considerata come una che vuol rubare l’agoniata pensione. Conosco le nevrosi di ogni volta con pacchi di fotocopie per dimostrare le mie sofferenze visibili, perché quelle invisibili, quelle non le capiranno mai. Sto scrivendo su un tablet, aiutata da una pennina, altrimenti le mie mani non me lo consentirebbero. Siamo noi il peso che la nazione deve sostenere, o tutti coloro che rubano alla luce del sole tanto è chiaro e palese? Riaprite i forni o buttateci giù da una rupe, così non daremo più fastidio. Non cambierà mai nulla in questo paese, perché c’è il voto di scambio. Perché la gente non la fa una rivoluzione? Perché le mani nella marmellata tutti prima o poi ce le hanno messe. Vedete questi bellissimi articoli? La gente non commenta, non dice una parola, il perché l’ ho spiegato. Giusy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...