Eccoci qui. Le donne che risvegliano la sinistra in Spagna

Ada-Colau-Manuela-Carmena-democratica

di Luca SOLDI

“Eccoci qui”, sono le donne a risvegliare il cuore della sinistra in Spagna.
A dimostrazione di quanto “Podemos” abbia imboccato il giusto cammino.

A 71 anni, Manuela Carmena, ex giudice eletta con la piattaforma di sinistra Ahora Madrid di cui fa parte anche Podemos, è diventata il nuovo sindaco della capitale spagnola. La nomina e la cerimonia del giuramento si sono svolte ieri, dopo l’accordo raggiunto tra Ahora Madrid e il partito socialista (Psoe), che ha votato a favore di Carmena, ma che non entrerà nella giunta.
“Eccoci qui. Grazie mille. Ora siamo tutti sindache”, ha twittato Carmena ringraziando gli elettori di Madrid.
Dopo 24 anni i “popolari” sono stati sconfitti sonoramente anche nella capitale. Era dal ’91 che la capitale spagnola era guidata dai conservatori e la vittoria dei partiti espressione degli “indignados” segna uno spartiacque profondo con le politiche passate.
Rimarcando così la sconfitta del Partito Popolare del Premier conservatore, Mariano Rajoy.

Nel programma che ha portato alla vittoria di Manuela Carmena c’è il freno agli sfratti, diventati un’emergenza sociale in Spagna e considerati uno degli effetti più odiosi delle politiche di austerity del governo spagnolo.

A Barcellona un’altra donna, un’altra “pasionaria” raggiunge, con un voto da migliaia e migliaia di persone, il posto di guida ad una delle grandi città europee.
Ada Colau diventa così ‘alcaldesa’ di una città che vuole esser, ancora di più, simbolo delle libertà e del rinnovamento.

Una grande vittoria del popolo degli Indignados anche a Barcellona, dove Ada Colau, capolista di Barcelona en Comu, la piattaforma costituita attorno a Podemos, è diventata la nuova sindaca.
Colau, ex-leader del movimento degli indignados contro gli sfratti, è la prima donna a capo della capitale catalana dopo ben 119 sindaci uomini.
Ada Colau che sostituisce il nazionalista catalano (Ciu) Xavier Trias, arrivato secondo alle comunali del mese scorso, ha difeso strenuamente, durante la crisi che ha colpito il paese negli ultimi anni, migliaia di famiglie, di persone a cui le banche hanno cercato di togliere la casa perché non potevano più pagare il mutuo.

Indignate, comuniste? Chiamatele come volete. Sono donne, e di sinistra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...