Alexis Tsipras: è la vittoria di tutto il popolo greco. E’ la vittoria della democrazia

tvtsipras

Dopo la storica vittoria del NO di oggi 5 Luglio, la vittoria della maggioranza degli OXI che hanno impedito che le forze politiche ed economiche neoliberiste estromettessero Alexis Tsipras e il suo governo dal tavolo delle trattative (per sostituirlo con un governo malleabile e prono alle richieste della Germania), ecco il discorso di Alexis Tsipras al suo popolo.

E’ un discorso di unità e di speranza positiva. Perchè ora dalla sua parte c’è la volontà democratica. C’è la forza della maggioranza politica contro la finanza. Una nuova storia europea sta iniziando. Grazie al popolo greco e Alexis Tsipras.

La redazione

_____________________________________

Donne greche, greci.

Il referendum odierno non ha vincitori e vinti.
È una grande vittoria dell’intera Grecia.
Oggi, tutti insieme, abbiamo scritto una brillante pagina nella moderna storia europea.

Abbiamo dimostrato che anche in condizioni molto difficili la democrazia non puo’ esser minacciata e costituisce il valore fondamentale  e la sola via d’uscita.

Abbiamo dimostrato anche che quando un popolo ha fede e una coscienza collettiva, può sopravvivere e superare anche le maggiori difficoltà.

Voglio ringraziare tutti e ciascuno di voi.
Indipendentemente da ciò che avete scelto di votare, da questa sera siamo un tutt’ uno.
E nostro dovere è fare il meglio che possiamo per superare questa crisi e risollevare le sorti la Grecia.

Dobbiamo proteggere come proteggiamo i nostri occhi l’unità nazionale, ripristinando la coesione sociale ma anche la stabilità finanziaria.Vorrei inoltre ringraziare dal profondo del mio cuore, le migliaia di cittadini europei in tutte le grandi città europee che sono scesi in strada dimostrando concretamente la loro solidarietà al popolo greco.

Donne greche, greci,

Donne greche, greci,
Oggi, alla luce delle condizioni sfavorevoli che hanno caratterizzato la scorsa settimana, avete fatto una scelta coraggiosa.
Tuttavia, sono perfettamente consapevole che quello che mi date, non
è un ordine di rottura con l’Europa ma l’ordine di rafforzare le nostre posizioni durante i negoziati al fine di raggiungere un accordo sostenibile. In termini di giustizia sociale, in termini di prospettiva e di riscatto dal circolo vizioso di austerità.
E questo ordine io lo eseguirò senza indugio.
Sappiamo tutti che non esistono soluzioni facili.
Ma ci sono soluzioni eque.
Ci sono soluzioni sostenibili.
Basta che lo desiderino entrambe le parti.

Vorrei anche sottolineare che con la storica e coraggiosa scelta di oggi popolo greco ha risposto alla giusta domanda e allo stesso tempo ha cambiato anche la questione del dialogo in europa.

Non ha risposto alla domanda “dentro o fuori dall’euro”.

Questa domanda deve lasciare in modo definitivo la discussione.
L’Europa non può essere il senso unico dei memorandum di austerità.

Il popolo greco oggi ha dato una risposta alla domanda: “Quale Europa vogliamo”?
E ha risposto: “Vogliamo l’Europa della solidarietà e della democrazia“.

Da domani la Grecia parteciperà al tavolo del negoziato. La nostra priorità immediata è il ripristino del funzionamento del  sistema bancario e il raggiungimento della stabilità economica.

E sono certo che la BCE comprende appieno non solo la situazione economica generale, ma anche la dimensione umanitaria che ha preso la crisi nel nostro paese.

Allo stesso tempo siamo già pronti a continuare la negoziazione.
Con un piano credibile di finanziamento.
Con un progetto di riforma, ma che avrà l’accettazione della società greca. Secondo la giustizia sociale, lo spostamento cioè degli oneri fiscali dai piu’ deboli ai piu’ economicamente forti.

E con un piano credibile di investimenti diretti allo sviluppo, in collaborazione con la commissione europea.
Allo stesso tempo, questa volta al tavolo del negoziato si trova e la questione del debito: persino lo stesso FMI nella sua relazione lo ammette.
Relazione che è mancata finora dai negoziati, poiché soltanto l’altro ieri ha visto la luce dei riflettori, e conferma le ragioni delle posizioni greche per la necessaria ristrutturazione del debito al fine di una soluzione duratura definitiva di uscita dalla  crisi, sia per la Grecia che per l’Europa.
Donne greche, greci.
In questo momento, il paese ha più che mai bisogno di unità e coesione,  solidarietà e sincera coerenza per superare le difficoltà.
Andrò immediatamente a far visita al Presidente della Repubblica e gli chiederò domani mattina la convocazione del consiglio dei diversi leader politici, al fine di informarli al riguardo delle iniziative dirette del governo, ma anche di sentire le loro proposte.
Oggi celebriamo la vittoria della democrazia.
Da domani tutti insieme continuiamo e completiamo il tentativo nazionale  per trovare una via d’uscita.
Con un potente alleato: la fede del nostro popolo nella sua forza.
Con un potente alleato: la democrazia e la ragione, che è dalla nostra parte.
Ce la faremo.
(Grazie a Luigi Brancato per la traduzione)
Annunci

Un pensiero su &Idquo;Alexis Tsipras: è la vittoria di tutto il popolo greco. E’ la vittoria della democrazia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...