La sinistra che non c’è

casa-di-scale-800x540

di Ivana FABRIS

Dice: “La sinistra oggi per vincere deve unirsi”.
Perfetto. Ma qualcuno, di grazia, vuole dirci SU COSA?

In queste ore molti si stupiscono che questa nuova sinistra di cui parlano Fassina, Civati e Fratoianni, si divida proprio mentre nasce.
Io, invece, no.
Non mi stupisco perchè non sanno cosa vogliono diventare da grandi, perchè sono più preoccupati delle posizioni da assumere per le elezioni comunali che del Paese.

La loro preoccupazione più pressante, oggi, è quale comitato elettorale diventare, se stare col PD a fasi alterne o non starci o, questa è la vera chicca, che futuro nome dare a quella che dovrebbe essere una sinistra di governo (!), che quasi mi viene da ridere.

Nel dire no al PD, Pippo Civati dimostra se non altro di avere le idee chiare ma il fatto di averle, giustamente lo porta a smarcarsi.

E intanto che loro se la cantano e se la suonano su varie leadership o sulle convenienze elettorali, rimane, persiste e cresce la gravità dei fatti.

Il paese sprofonda ogni giorno di più in una crisi nera, il sistema democratico è sotto un attacco pesantissimo (mai visto prima dal dopoguerra ad oggi), il 30% delle famiglie italiane (secondo gli ultimi dati) sono alla soglia della povertà, il che significa NON AVERE da mangiare, la disoccupazione è a livelli spaventosi e, dulcis in fundo, stiamo entrando in un nuova guerra per onorare il nostro ruolo di servi degli americani, invece di usare quel denaro per finanziare la sanità e il welfare per evitare la macelleria sociale che presto vedremo e vivremo.

Ecco, davanti a questo scenario, non sarebbe il caso di darsi una svegliata, di mettere al bando le questioni di lana caprina, di DIMENTICARSI di QUALUNQUE TORNATA ELETTORALE e scrivere invece un PROGRAMMA sui temi che accomunano la sinistra in nome di tutti quegli italiani che la crisi la stanno pagando e soffrendo amaramente?

Ma quando scrivete di sinistra, cari leader, quando parlate coi cittadini che non ce la fanno più, un po’ di vergogna proprio non la provate, eh?

 


 

Una sinistra non c’è ma un’altra, invece, si sta organizzando e ci sarà.

È una sinistra propositiva e costruttiva, che guarda al domani, forte delle sue idee e delle sue proposte, ed è quella che leggete nelle parole del suo Manifesto.

 

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;La sinistra che non c’è

  1. Ben detto Ivana, ma anche tu non hai idee da esprimere sul –CHE FARE OGGI?–Anch’io sto dicendo da tempo non serve un partito di sinistra ma: UN PROGRAMMA DI SINISTRA—e su quel programma che si costruisce il partito di sinistra CON CHI CI STA’. Sono convinto che abbandonare e tacciare il PD come nemico da abbattere e servito alla destra a risucchiarlo e a far sparire la”sinistra” di quel partito. Bisogna avere il coraggio di fare compromessi anche schifosi (vedi Tsipras) tentando di trascinare a sinistra il PD. NOI VOGLIAMO COSTRUIRE NON DISTRUGGERE.

    Mi piace

  2. il modello socialista non ha anima,propone solo l’incremento dei beni materiali,così supporta il modello capitalista-occorre un socialismo economico ma con un’anima (recupero dei valori umani)-una nuova sn deve trovare unità per ottenere la fine della sopraffazione (ed è la prima espansione) della specie umana sulle altre specie viventi e – seconda espansione – della civiltà industrialke sulle altre culture umane—–inoltre deve cercare le alleanze giuste (Socialismo con la Chiesa un po’ ripulita e ridotta al minimo in senso gerarchico / e il Capitale deve stare con la DX,non con la Chiesa).

    Mi piace

  3. Sono da sempre iscritta al PD decenni di militanza lavoro e sacrifici per 40 anni pensionata e sacrifici da 4 anni eta’ 64 ex classe media italiana ed onesta. Sono stufaaaaaa. Democrazia non vuol dire CAOS soprattutto, ma non solo, per chi come me, salernitana, abita a roma

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...